Menu
Leica ST5020-CV5030 Routine Staining & Coverslipping

Leica ST5020-CV5030 Stazione di lavoro integrata

ST5020-CV5030

Leica CV5030 non rileva vetrini di campione. Lo strumento visualizza il messaggio ‘Check Slides’ (controlla vetrini).

  • I vetrini per il campione devono avere un grado/qualità minimo/a. Per questa ragione, raccomandiamo di utilizzare vetrini conformi allo standard ISO 8037/1.
  • Questo problema potrebbe essere causato anche dalla di vetrini e portavetrini danneggiati.
  • Verificare che non vi siano portavetrini deformati (fare riferimento al manuale di istruzioni) Se il messaggio “check slides” venisse mostrato ripetutamente e persistesse, contattare l’assistenza tecnica di zona di Leica Microsystems.

Abbiamo problemi di vetrini che si rompono. Come procedere?

  • È facile che i vetrini si rompano quando sono inseriti in modo non corretto per la presenza di detriti (ad esempio, schegge di vetro, medium di montaggio secco).
  • Le etichette (incollate sui vetrini) non apposte correttamente, possono causare problemi.
  • Verificare che gli inserti della vaschetta e i portavetrini siano posizionati correttamente nella vaschetta di carico. Assicurarsi di che sullo strumento non siano utilizzati portavetrini difettosi o deformati.
  • Effettuare un ulteriore controllo di pulizia sui seguenti componenti dello strumento:
portavetrini d'uscita Braccio trasportavetrini (ad esempio, trasporto del vetrino ai portavetrini d'uscita) Vaschetta di raccolta del vetrino coprioggetto e caricatore Verificare che l'altezza dell'ugello di dispensazione e impostazioni siano corretti.
  • Se il problema persiste, richiedere l'intervento del Servizio di assistenza tecnica di Microsystems.

Il medium di montaggio del vetrino coprioggetto viene dispensato in modo non uniforme (soprattutto nella zona dell'etichetta, ma anche sul bordo anteriore del coprioggetto)

  • Le impostazioni del sistema devono essere modificate. Fare riferimento al manuale di istruzioni (Menu di configurazione). Quando si modificano le impostazioni, fare riferimento ai parametri raccomandati.
  • L'utente deve sapere che condizioni (ambientali), tipo di campione, spessore della sezione, livello di riempimento della vaschetta, qualità dei vetrini portaoggetto e coprioggetto, sono tutte variabili che influenzano la scelta delle impostazioni e possono variare singolarmente!
  • Testare i nuovi parametri d'impostazione prima di tutto su vetrini di prova. Fare attenzione a collocare l'ugello di dispensazione all'altezza corretta.
  • Effettuare un ciclo di priming per garantire che il medium di montaggio venga applicato senza bolle d'aria. Verificare, perciò, che non vi siano bolle d'aria nel tubo e nel sistema di dispensazione.

Le workstation Autostainer e Multistainer possono essere utilizzate anche con il contenitore di carico a maggiore capienza nel montavetrini?

Sì, da agosto 2006, entrambe le workstation possono funzionare con il contenitore di carico a maggiore capienza. Pertanto, migliora la possibilità d'immersione completa dei vetrini e, i problemi collegati al loro assemblaggio, come la formazione di bolle, sono stati eliminati. Per assicurare il corretto funzionamento del recipiente di carico a maggiore capienza nelle combinazioni CV/ST, prima di utilizzarlo, occorre modificare la workstation. È stata già installata una piastra di cattura e, per garantire il corretto funzionamento, deve essere modificato lo spaziatore. Per ulteriori dettagli, La invitiamo a contattare il Rappresentante di zona del Servizio d'assistenza Leica. Senza aver prima aggiornato lo strumento, l'uso del recipiente di carico a maggiore capienza determinerebbe notevoli problemi di funzionamento.

Raccomandazioni di manutenzione per l'ugello di dispensazione:

Prima di avviare la routine quotidiana, sostituire o rabboccare il solvente per la giornata contenuto nell'alloggiamento del portaspazzola (volume: circa 5,5 ml). A fine settimana, o, se necessario, anche prima, rimuovere dallo strumento il dispositivo di pulizia dell'ugello. Immergere la spazzola nel solvente di lavaggio e lasciarvela fino al successivo giorno di lavoro. Pulire il contenitore di plastica della spazzola, eliminando ogni traccia del medium di montaggio e del solvente, e lasciarlo ad asciugare all'aria fino al successivo giorno di lavoro. Quando la spazzola sembra troppo usurata, per assicurare l'efficace pulizia dell'ugello, sostituirla con una nuova.

Perché nei vetrini compaiono bolle d'aria?

  • Il medium di montaggio del coprivetrino e il solvente usato nella vaschetta di carico e/o i solventi utilizzati nell'ultima area riservata dal protocollo alla colorazione, potrebbero essere incompatibili.
  • L'altezza dell'ugello di dispensazione non è corretta.
  • È stato utilizzato un ugello di dispensazione di dimensioni sbagliate.
  • L'ugello è piegato.
  • Il sistema di dispensazione, compreso l'ugello, è ostruito da detriti di medium di montaggio secco del coprioggetto.
  • I parametri d'impostazione utilizzati non sono compatibili con il medium di montaggio impiegato.
  • Il livello di riempimento della vaschetta di carico è troppo basso.

Quali precauzioni adottare quando si pulisce o riempie la bottiglia del medium di montaggio del vetrino coprioggetto?

  • Per pulire la tubatura del dispensatore, spegnere il montavetrini oppure, per rilasciare la pressione, premere ”vent mountant” (ventila medium di montaggio). Rimuovere con cautela il tubo dalla bottiglia del medium di montaggio e collocarlo nella seconda bottiglia contenente 150 - 200 ml di xilene. Una volta richiusa la bottiglia, continuare a premere il pulsante "prime" finché una quantità sufficiente di solvente sia passata attraverso le linee eliminando di tutto il medium di montaggio.
  • Completata la fase di pulizia, sostituire la bottiglia piena di solvente con quella del medium di montaggio, premere ‘prime’ finché tutte le bolle d'aria siano state eliminate dal tubo del medium di montaggio e questo fuoriesce, senza bolle, dal dispensatore.
  • Per rabboccare di routine il medium di montaggio, spegnere lo strumento e premere “vent mountant” (ventila medium di montaggio), quindi sollevare leggermente il tubo dalla bottiglia del medium di montaggio. Fare attenzione a non capovolgere il gruppo d'assemblaggio perché ciò determinerebbe l'ingresso del medium di montaggio nel sistema di areazione. Mentre si trattiene sollevato il tubo del medium di montaggio, versare una sufficiente quantità medium nella linea di riempimento da 150 -200 ml (massimo), quindi richiudere.

Se si utilizza un nuovo tipo di medium di montaggio, occorrerà modificare le impostazioni.

Il sistema di dispensazione dovrebbe essere preventivamente lavato con circa 150 - 200 ml di solvente compatibile (ad esempio, xilene). Per suggerimenti sui parametri d'impostazione del sistema, fare riferimento al manuale di istruzione.

Come mai l'ugello di dispensazione tocca il vetrino o urta il vetro?

Occorre regolare l'altezza dell'ugello di dispensazione. La distanza raccomandata, tra estremità dell'ugello di dispensazione è punto più alto del vetrino del campione in uscita è di 0,5 - 0,8 mm. La procedura dettagliata per effettuare questa regolazione, è descritta nel capitolo "allineamento del l'ugello di dispensazione al vetrino del campione". Il modulo di dispensazione è collocato su un sostegno a vite che può essere utilizzato per modificarne l'altezza. Se il problema non può essere risolto modificando l'altezza dell'ugello, potrebbe essere necessaria una verifica del sistema da parte di un tecnico del Servizio d'assistenza di Leica Microsystems.

I portavetrini non entrano nel portacestello (inserto vaschetta)

Verificare se inserti della vaschetta e portavetrini sono posizionati correttamente nella vaschetta di carico. Inoltre, cercare eventuali tracce di sporco o di vetri rotti. Sei si utilizzano portavetrini di altre marche, verificare anche la compatibilità degli inserti della vaschetta (vedere manuale di istruzione). Assicurarsi di non usare portavetrini difettosi o deformati.

Quanti cestini alla volta possono essere colorati?

A seconda del protocollo di colorazione, possono essere colorati fino a 12 racks simultaneamente. I protocolli di colorazione proposti da Leica Microsystems consentono normalmente di colorare da 4 a 9 racks.

Cosa si può fare per evitare carryover?

Diminuire la velocità di sollevamento (1 = minor carryover; 9 = più carryover). Collocare le soluzioni di colorazione vicino alle stazioni dell'acqua. Ridurre al minimo le distanze tra le varie stazioni.

I vetrini coprioggetto vengono utilizzati in modo non corretto dallo strumento

Il caricatore del montavetrini potrebbe essere stato inserito in modo non corretto. Verificare se il caricatore è ben posizionato. Accertare che i vetrini coprioggetto siano disposti correttamente contro la parte posteriore del caricatore. La superficie posteriore del caricatore e quella più prossima all'utente. Assicurarsi che i caricatori dei vetrini coprioggetto non contengano frammenti di vetro o altri detriti. Utilizzare esclusivamente vetrini coprioggetto con superficie antiaderente di alta qualità. Leica Microsystems offre vetrini coprioggetto Surgipath di alta qualità.

I vetrini coprioggetto non sono correttamente posizionati sul campione.

  • L'allineamento dei vetrini coprioggetto può essere effettuata utilizzando l'impostazione CSP (posizione copri vetrino) sul pannello di controllo. Per ogni fattore +10 di regolazione del vetrino coprioggetto, questo si sposta in alto, in direzione del campo riservato all'etichettatura. Se si effettuano correzioni opposte (fattori di -10), il vetrino coprioggetto si sposterà verso la parte inferiore del vetrino.
  • Se i coprivetrini vengono collocati oltre il bordo del vetrino, verificare che si stia utilizzando il giusto formato di caricatore tra quelli indicati sotto. Alla fornitura standard per Leica CV5030, sono inclusi due caricatori di vetrini coprioggetto di diverso formato:

Numero d'ordine

Descrizione

14047839749

Caricatore Multisize™ per vetrini coprioggetto di dimensione 40 – 60 x 24 mm

14047839748

Caricatore Multisize™ per vetrini coprioggetto di dimensione 40 – 60 x 23 mm

  • Se il caricatore è quello giusto, lo strumento potrebbe aver bisogno di una regolazione d'allineamento sinistra - destra effettuata da un tecnico del servizio d'assistenza.

Vetrini coprioggetto integri vengono scartati nella vaschetta di raccolta

È possibile che alcuni componenti del modulo di trasferimento del vetrino coprioggetto (preleva-e-deposita) come le ventose, il sensore del vetrino coprioggetto, ovvero le slitte del modulo di trasferimento del vetrino coprioggetto, siano sporchi. In tal caso, verificare la presenza di residui adesivi o di frammenti di vetro sulla ventosa, nel modulo preleva-e-deposita, oppure sul sensore di vetro. Con un panno inumidito in un solvente compatibile, come lo xilene, detergere con cura ogni parte. Raccomandiamo una pulizia quotidiana. Se le ventose sono deformate, andrebbero sostituite: numero d'ordine 14047839701 Ventosa, confezione da 2.

Come mai il modulo di trasferimento del vetrino coprioggetto “si scontra” con il caricatore dei vetrini coprioggetto (quando si rimuove il vetrino coprioggetto si avverte un suono stridente)?

Molto probabilmente, il caricatore del vetrino coprioggetto è inserito in modo scorretto. Verificare la presenza di detriti, come frammenti di vetro rotto, sul fondo del caricatore dei vetrini coprioggetto. Un'altra ragione potrebbe essere che il lotto dei vetrini coprioggetto e composto da batch di qualità non omogenea.

Il margine superiore delle sezioni sui vetrini di campione è essiccata

  • Il getto del medium di montaggio può essere regolato e diretto verso l'estremità superiore del vetrino.
  • Può essere necessario dover aumentare il volume del medium di montaggio.
  • Il livello di solvente nella vaschetta dello xilene potrebbe non essere sufficiente a ricoprire tutto il vetrino, aiutando l'erogazione del medium di montaggio, e perciò si formano bolle o artefatti da essiccazione.
  • Se il livello massimo di riempimento non è sufficiente a ricoprire interamente i vetrini di campione, potrebbe essere necessario utilizzare una bacinella di carico più capiente:
Recipiente di carico per portavetrini (vaschetta dello xilene), fonda, 14047839657
Ricordare che l'impostazione di default prevede la compatibilità di recipienti più capienti solo con unità Leica CV5030 stand-alone. Durante il funzionamento come workstation (Leica ST5020/CV5030 o ST5010 (Autostainer XL)/CV5030), la compatibilità del recipiente a capienza maggiore è possibilesolo dopo aver effettuato le corrispondenti modifiche. In tal caso, contattare il Servizio di assistenza tecnica di Leica Microsystems.

La vaschetta di caricamento non si muove.

Il meccanismo di trasporto della vaschetta di carico è costituito da un modulo a catena, collocato sul pavimento dell'area di carico. Verificare se estraendo la vaschetta di carico le catene si muovono. Se non accade, le catene potrebbero essere bloccate, ad esempio da schegge di vetro e/o residui del medium di montaggio. Verificare, inoltre, se sul fondo della vaschetta di carico vi siano frammenti di vetro rotto o di vetrini. Pulire l'area di trasporto con un solvente adatto, ad esempio, xilene. Qualora il meccanismo a catena fosse ancora bloccato, interpellare il Servizio di assistenza tecnica di Leica Microsystems.

Perché il medium di montaggio del vetrino coprioggetto viene dispensato in modo non uniforme?

L'ugello di dispensazione è ostruito da medium di montaggio essiccato ovvero accumulato tutt'intorno. Ci sono diverse ragioni perché questo accade:
  • Durante la notte, il livello del solvente è troppo basso e l'ugello di dispensazione non è completamente immerso.
  • Non si riesce a mantenere il dispositivo di pulizia del dispensatore pieno di solvente durante il periodo di utilizzo.
  • Ci sono problemi di compatibilità del solvente (ad esempio, quando si sostituisce il medium di montaggio, o quando si saltano le fasi di lavaggio nel cambio tra un medium di montaggio e l'altro)
  • Il valore d'impostazione della pressione è troppo basso e non consente un adeguato flusso al medium di montaggio da dispensare.
  • Il gruppo di dispensazione è intasato. Raccomandiamo di lavare il sistema di dispensazione con 150-200 ml di solvente compatibile. Se l’ ugello si intasa, si consiglia di pulirlo rimuovendolo lasciandolo a bagno per una notte in un solvente compatibile.
  • Qualora non fosse possibile pulire l'ugello per assicurare flusso uniforme al mezzo di montaggio, sostituirlo. L’ugello sostituito deve avre la stessa dimensione. Si possono avere problemi di qualità da impostazioni che non sono ottimizzate correttamente.
Dimensioni e numeri d'ordine degli ugelli di dispensazione sono elencati sotto:

Numero d'ordine

Descrizione

1404740157

Ugello di dispensazione da 21G, extra-piccolo, confezione singola

1404740158

Ugello di dispensazione da 20G, extra-piccolo, confezione singola

1404740159

Ugello di dispensazione da 18G, extra-piccolo, confezione singola

1404740160

Ugello di dispensazione da 21G, extra-piccolo, confezione singola

Raccomandazioni di manutenzione per l'ugello di dispensazione:

  • Prima di avviare la routine quotidiana, sostituire o rabboccare il solvente per la giornata contenuto nell'alloggiamento del portaspazzola (volume: circa 5,5 ml).
  • A fine settimana, o, se necessario, prima, estrarre il dispositivo di pulizia dell'ugello dallo strumento. Immergere la spazzola nel solvente di lavaggio e lasciarvela fino al successivo giorno di lavoro.
  • Pulire il contenitore di plastica della spazzola, eliminando ogni traccia del medium di montaggio e del solvente, e lasciarlo ad asciugare all'aria fino al successivo giorno di lavoro.
  • Quando la spazzola sembra troppo usurata, per assicurare l'efficace pulizia dell'ugello, sostituirla con una nuova.

Perché l'ugello di dispensazione si è allentato?

Se l'ugello di dispensazione non aderisce perfettamente, assicurarsi che un angolo del bordo dell'ugello sia ruotato in modo tale che il suo margine squadrato sia sulla piastra di ritenzione argentata del suo supporto.

Come mai l'ugello di dispensazione viene ostruito da medium di montaggio essiccato del vetrino coprioggetto?

  • Durante il fermo prolungato, o nel corso della notte, l'ugello di dispensazione dovrebbe essere lasciato in una apposita bottiglia di vetro. L'ugello di dispensazione dovrebbe restare totalmente immerso nel solvente. Riempire completamente la boccetta di vetro da ¾ in dotazione con un solvente compatibile in modo che l'ugello sia immerso a sufficienza.
  • Anche se lo strumento non lo chiede, prima di avviare il montavetrini, effettuare un ciclo di priming. Si faccia attenzione a non effettuare il "prime" nella bottiglia di vetro del solvente.
  • Se, per effettuare il priming del medium di montaggio, si utilizza la bottiglia di vetro in cui viene riposto il solvente, assicurarsi di aver cambiato e pulito la bottiglia almeno una volta la settimana e averla riempita con solvente fresco. In caso contrario, l'ugello di dispensazione potrebbe manifestare ulteriori problemi d'ostruzione.

Quand'è che si avvia il riempimento delle stazioni dell'acqua e quanto tempo occorre per riempirne ciascuna?

Il riempimento inizia 40 secondi prima che il cestello venga prelevato dal braccio trasportatore. Il riempimento di ciascuna stazione dell'acqua richiede circa 20 secondi.

Qual è il tempo d'essiccatura raccomandato?

Dopo un periodo di riscaldamento di circa 5 minuti, ne occorrono altri 15 per essiccare i vetrini (in una stufa) a 70 °C.

Quanto sovente devono essere cambiati i filtri a carbone attivo?

Ogni 3 mesi.

Perché il braccio trasportatore robotizzato lascia cadere i cestini?

I manici delle stazioni sono collocati sul lato sbagliato (sinistro), oppure sono deformati.

Perché il cestello non viene prelevato dalla stazione di carico?

  • La modalità SUPERVISOR (supervisore) è attiva.
  • La prima/successiva stazione è già occupata.
  • Il cestello non ha la clip.
  • Il cestello è inserito con la clip sul lato posteriore.
  • I programmi non sono compatibili.

Cosa significa la barra rossa nel pulsante della stazione sul display?

Il Sistema di gestione del reagente (RMS, Reagent Management System) è attivo. Più è lunga la barra rossa, più è vicino il momento del cambio del reagente.

Quali sono le possibili ragioni del mancato avvio di un programma?

Uno dei passaggi previsti dal programma non ha un tempo-stazione definito. Il reagente indicato nel programma non corrisponde alla stazione o altrimenti.

Motivi del mancato avvio di un cestello caricato sul Leica ST5020

  • Il programma non è completo; non è stato definito il tempo di processazione di una stazione o il nome assegnato al reagente nel programma non corrisponde alla bacinella indicata nello stato dello strumento.
  • Quando si avvia un programma indicato come ‘Pronto all'avvio’, potrebbe essere visualizzato il messaggio d'errore ‘il portavetrini non può essere ottimalmente integrato nel programma di colorazione’. È necessario utilizzare lo strumento che ottimizza le fasi di colorazione e le integra nel programma. Se le risorse non sono disponibili, si dovrà contattare il rappresentante di zona di Leica Microsystems. Se il cavo seriale, di dialogo tra coloratore e montavetrini, non è ben collegato, il coloratore non rileverà la presenza del montavetrini e ogni programma di termine corsa sul montavetrini non verrà avviato. Il coloratore è in modalità Supervisor (supervisore). Il primo passaggio del protocollo è il forno ma, per qualche motivo, lo strumento non riconosce che il forno è installato. I programmi finire sul CV5030 ma il montavetrini è spento (solo in modalità workstation).

I vetrini colorati sono disponibili nell'ultima stazione Leica ST5020. Per quale motivo il braccio trasportatore non trasferisce il portavetrini al montavetrini, anche se è programmato a farlo?

Il CV5030 è occupato o richiede l'intervento dell'operatore. Ad esempio, c'è un portavetrini ancora immerso in un bagno, oppure la stazione di trasporto è già occupata da tre portavetrini e l'utente non l'ha liberata.

Ci sono limiti che impediscono di programmare esattamente i passaggi?

Eccetto per la stazione Exit (uscita), ciascun passaggio può essere programmato in modo accurato. La stazione finale richiede sempre un intervento esterno, dell'utente o della workstation (solo in modalità workstation).